scopri come

COS’E’ L’EQUITY CROWDFUNDING

E’ una raccolta di capitale di rischio attraverso internet e i soggetti che versano denaro diventano soci della società.

CHI PUO’ RACCOGLIERE DENARO CON L’EQUITY CROWDFUNDING

Tutte le Micro, Piccole e Medie imprese in veste di società di capitali come ad esempio le s.r.l. . 

CHE COSA DIFFERENZIA UNA RACCOLTA DI EQUITY DA UN FINANZIAMENTO BANCARIO

L’azienda si finanzia sia attraverso un’operazione di equity crowdfunding sia attraverso un finanziamento bancario, con la differenza che la raccolta di equity aumenta il patrimonio della società mentre il finanziamento aumenta i debiti. 

PERCHE’ L’EQUITY CROWDFUNDING VALORIZZA L’AZIENDA

I finanziamenti ottenuti attraverso un’operazione di equity crowdfunding non devono essere restituiti, ne deriva per l’azienda una maggiore patrimonializzazione, maggiore autonomia,  miglioramento degli indici di bilancio, aumento dell’affidabilità verso gli stakeholders.

Una raccolta di equity crowdfunding, comporta un ritorno positivo dell’immagine dell’azienda. Ne parleranno tutti i canali di comunicazione (social e non). I molti investitori che  sono divenuti soci dell’azienda diverranno anche ambasciatori della stessa.

COSTI LIMITATI MA STRAORDINARI VANTAGGI PER L’AZIENDA

L’equity Crowdfundig permette ad una PMI di raccogliere via internet denaro da un mondo infinito di investitori, in modo semplice, veloce e soprattutto con costi modesti.

Il Gestore della piattaforma è a disposizione della PMI per dare tutte le informazioni e istruzioni per poter lanciare la vostra campagna nel nostro portale NEstMoney; la remunerazione del gestore avviene solo se la campagna avrà un esito positivo con una percentuale che non supera il 7% dell’ammontare della raccolta. 

La straordinarietà dell’equity crowdfunding è che chiunque può investire da casa o da qualsiasi altro luogo senza la necessità di notai, commercialisti o altro intermediario. 

La PMI acquisisce la somma di denaro prefissata attraverso i nuovi soci, ai quali possono essere attribuiti diritti e privilegi diversi. La PMI può ad esempio emettere quote senza diritti di voto, ma con diritti preferenziali in ambito di dividendi o di liquidazione. 

Attraverso un’operazione di equity crowdfunding la PMI ha inoltre la possibilità di testare il proprio modello di business nonché la potenzialità del proprio mercato.