FAQs

generali

E’ una forma di investimento che consente ad una moltitudine di investitori (CROWD=FOLLA) di finanziare, tramite sottoscrizioni di aumenti di capitale, startup innovative e piccole e medie imprese (sia innovative sia non) utilizzando una piattaforma online il cui gestore sia stato appositamente autorizzato dalla CONSOB.

Si investe in economia reale e si viene a conoscenza di progetti al di fuori dei tradizionali strumenti finanziari e di cui difficilmente si avrebbe la possibilità di venire a conoscenza.

Entrare in contatto con realtà promettenti del tessuto imprenditoriale può creare nuove opportunità di investimento e dà la possibilità di diversificare il proprio portafoglio.

La possibilità di investire somme modeste (es. 250 euro) consente di investire su più iniziative e diversificare il rischio.

Non è prevista alcuna commissione a carico dell’investitore per la sottoscrizione dell’aumento di capitale sociale nella PMI.

Si investe in capitale di rischio di una PMI pertanto sussiste il rischio di perdere tutta la somma investita al netto della detrazione fiscale ottenuta in caso di investimento in una startup e/o pmi innovativa.

L’investitore che riveste la qualifica di consumatore può recedere dall’ordine eseguito senza alcuna spesa previa comunicazione al Gestore inviando una semplice mail entro 15 gg dall’investimento.

Se il promotore (PMI) ha previsto dei webinar o altre sessioni in streaming nei quali presenta la propria iniziativa è possibile conoscere in diretta i membri del team e affrontare ogni aspetto del loro progetto.

In ogni caso durante il periodo in cui è aperta la campagna di investimento e nella fase precedente il promotore (PMI) risponde a qualsiasi genere di domanda o curiosità da parte dell’investitore.

Vi sarà una sezione nel portale NEstMoney appositamente dedicata a monitorare l’andamento dei progetti pubblicati nel sito e sui quali hai investito. Verranno pubblicati con aggiornamento semestrale delle relazioni sull’andamento economico e patrimonale delle PMI.

Ad oggi non è ancora presente un mercato secondario, ma è comunque possibile procedere con la compravendita tra privati. Il Gestore è inoltre autorizzato a raccogliere manifestazioni di interesse alla compravendita nell’ambito di campagne svolte nel proprio Portale; infatti chi vuole cedere o acquistare quote di partecipazione può chiedere di pubblicare la propria manifestazione nell’apposita Bacheca istituita dal Portale.

Chi investe in una società attraverso l’equity crowdfunding può beneficiare degli sgravi fiscali in sede di dichiarazione dei redditi. I benefici fiscali sono previsti sia per l’investitore persona fisica sia per l’investitore persona giuridica. Le persone fisiche hanno il diritto a detrarre nella loro dichiarazione dei redditi un importo pari al 30% di quanto investito nel capitale sociale di una o più startup/ PMI innovative. La percentuale di detrazione è stata portata al 30% per tutte le startup/ PMI, anche quelle a vocazione sociale (come definita dal comma 4 dell’articolo 25 del Dl “crescita bis”).

Il limite quantitativo massimo all’investimento su cui determinare la detrazione è di euro 1.000.000 annui, ed il periodo minimo di mantenimento dell’investimento è stato elevato a tre anni.

Le persone giuridiche (società) che investono in startup/ PMI innovative beneficiano di una deduzione dal reddito imponibile per un importo pari al 30% di quanto investito. Il limite massimo di investimento in questo caso è pari a euro 1.800.000 annui e così come per le persone fisiche è richiesto il mantenimento dell’investimento per almeno tre anni.

NOTA: il recente “Decreto Rilancio” – D.L. n. 34/2020 -, ai commi da 7 a 9 dell’art. 38 introduce una detrazione d’imposta, rivolta esclusivamente alle persone fisiche, pari al 50% della somma investita nel capitale di startup e PMI innovative. L’investimento massimo detraibile non può eccedere, in ciascun anno, l’importo di euro 300.000 e deve essere mantenuto per almeno tre anni.

Load More